giovedì 19 maggio 2011

Thrash is our buisness...and buisness is good!

post doppio con due EP dannatamente cazzuti oh iea!

BONES BRIGADE - DEMO EP - (NON SONO RIUSCITO A TROVARE LA COPERTINA)
Cazzo, tutti a pensare che la loro discografia la si trovasse completa su internet, EBBENE VI SBAGLIATE!
Questo è penso il primo EP dei Bones Brigade, band a cui ho lucidato le chiappe a sufficienza nel post dedicato a "focused" quindi non ci torno sopra, sono fighi da morire e punto.
Il disco, appunto, è registrato in modo assolutamente impeccabile sebbene completamente autoprodotto, ai livelli di "i hate myself..." contiene 6 tracce, di cui 4 assolutamente inedite e poi mai riregistrate nemmeno nella raccolta "older than shit heavier than time".
Il tutto si apre con "skate straight" (che non parla di straight edge) pezzoche serve a mettere ben in chiaro le cose, in parole povere vogliono farti capire che suonano skate thrash e fanno un bordello della madonna, insomma che sanno fare il loro fottuto lavoro, e lo fanno davvero coi controcazzi.
La seconda traccia dura pochi secondi ed è praticamente una dedica ad un loro amico alias burrito max (boh hahaha).
A seguire "zombie attack", cantata ovviamente dal primo cantante (poi voce dei cut the shit) ed effettivamente a me piace di più la versione con brian alla voce (quello di focused) ma ad ogni modo cambia poco, sono stati tra i pochi gruppi che nonostante abbiano cambiato vocalist non sono mai peggiorati, anzi.
Dopo la classica "rat pack" e "here we go", altro pezzo breve (più una intro a quello seguente diciamo) tirano fuori la vera classe e di conseguenza la canzone migliore del disco.
Parlo di "better off dead", pezzo dannatamente lungo per i canoni del thrashcore ( 5minuti e passa di delirio!) , ma assolutamente spettacolare, canzone che parla del disagio giovanile che spinge al suicidio un ragazzo. La canzone, musicalmente parlando, è spaventosa, eccetto per gli errori di tempo del batterista che qua e la si sentono, per il resto un susseguirsi continuo di stop and go e rasoiate di chitarra che si tramutano in assoli alla velocità della luce, poi i ritmi si rallentano e vengono lette delle frasi dalla lettera di un giovane suicida ai genitori, dopo di che la canzone si chiude con un loop dove il chitarrista (futuro ramming speed) spolvera l' artiglieria e conclude accennando l' intro di quella che nel primo EP sarebbe diventata una delle loro canzoni più famose, "never meant much".
Voto 10, quando recensisco loro non riesco ad essere cattivo.

Better Off Dead!


MUNICIPAL WASTE - DEMO EP -
Loro spero di non doverli presentare.
Il primo loro disco, e a mio avviso il migliore insieme ad "hazardous mutations".
Crossover thrash veloce, implacabile e trascinante come pochi, canzoni anche qui che non sono state riedite nei dischi successivi, ma comunque alcuni sono autentici inni, come "thrashing is my buisness, and buisness is good!" o "floor score". ATTENZIONE:  l' ascolto prolungato di questo disco potrebbe causare: circle pit in cameretta da soli, tentativi di stage diving dai mobili, headbanging convulso ed involontario e insano consumo di bevande alcooliche!
Voto 10, anche qui si sfondano i culi!

THRASH!

Nessun commento:

Posta un commento