venerdì 3 giugno 2011

WE ARE SCRABBLE PUNX!




CRUCIAL UNIT - THESE COLORS GET THE RUINS LP -
Pronti ad una vagonata di delirio?
Questi simpatici fastcorers da Pittsburg sanno senz' altro il fatto loro, lo confermano i dischi precedenti (spli EP con i MUNICIPAL WASTE,split EP coi RxAxMxBxO  e un mucchio di altra roba) all' insegna di un hc telecinetico, urlato a più non posso e dai testi demenzialmente intelligentissimi!
La costante alternanza di thrash metal e mitragliate powerviolence rende il disco assolutamente unico nel suo genere, conferendo ai crucial unit un sound unico, che ora in USA cercano in molti (in troppi) di imitare, inutile aggiungere con pessimi risultati.
A mettere le carte in tavola comincia subito la traccia d' apertura "dubyanomics" un caricatore attaccato ad un mitra che vi sta sparando addosso; disco è un continuo climax di ironia, demenza (assolutamente calcolata) ed estremismo sonoro puro e semplice.
"Cleanliness Is Next To Godliness Too Bad We're All Atheists" è una canzone semplicemente geniale come del resto "crucial unit friendship picnic". L' atmosfera che si respira fa pensare un po' all' ironia sagace e pungente di Jello Biafra, il mettere alla berlina senza nessuna pietà l' intera società americana, partendo dalla vita di tutti i giorni, dalle famigliole di periferia col bel giardino, la madre perfetta e sempre pettinata, il padre forte e tutto dedito al lavoro, la figlia bionda con le trecce e il vestitino rosa che gioca con la barbie e il piccolo ometto che brandisce il suo primo pallone da football; i crucial unit tengono tutto questo stretto per le palle e prima di mollarlo si vogliono divertire e tirargli qualche sano calcio nei denti.
Avverto chi non sia un grande amante del thrashcore che questo è un disco particolarmente rumoroso (PER FORTUNA!) quindi badate bene di non pulirvi le orecchie prima di ascoltarlo, quel poco di muco potrebbe salvarvi i timpani!
Voto 8,5, divertente, spassoso ma allo stesso tempo "serio" per così dire, pollici in su!

SCRABBLE PUNX!

Nessun commento:

Posta un commento