mercoledì 20 marzo 2013

NO GODS NO MANAGERS


CHOKING VICTIM - NO GODS, NO MANAGERS -

Altro giro, altra corsa, altro disco ormai quasi irreperibile!
Direttamente dalle scuderie Hellcat/Epitaph del lontano 1999, ecco l' unico album dei CHOKING VICTIM, gruppo Ska/HardcorePunk americano che ha avuto un enorme influenza, anche in virtù dei gruppi nati parallelamente ad esso, in particolar modo i NO CASH e i LEFTOVER CRACK.
Questo è a mio avviso un disco praticamente unico nel suo genere, sia musicalmente sia a livello di contenuti;  non aspettatevi un semplice ibrido tra punkrock e ska, non potreste essere più lontani.
Infatti, ad una miscela SkaCore davvero irresistibile, che affonda le radici nel solco tracciato dai leggendari OPERATION IVY alla fine degli '80, i nostri riescono a sovrapporre con una disinvoltura disarmante il rocksteady con l' hardcore punk, lo ska con  riff di chitarra addirittura tratti dal death metal (si avete capito bene n.d.R), tutto questo compone la cornice musicale a dei testi  inquieti, da cui traspare una critica intelligente e spietata nei confronti della società del sogno americano e del capitalismo.
Come i loro soci PROPAGANDHI anche loro erano degli anarcoidi con una grande vocazione per l' ironia più dissacrante, hanno scritto dei testi che esulano totalmente dal classico gioco degli stereotipi ribellistici riciclati all' infinito di si sente sempre blaterare in giro ( e menomale aggiungerei n.d.R); sebbene sia stato il loro ultimo album (unico full lenght per la precisione n.d.R) mi riesce davvero difficile pensare che potessero produrre qualcosa di migliore; se qualcuno dovesse chiedermi di passargli i dischi SkaPunk fondamentali, "no gods, no managers" sarebbe sicuramente tra questi.
Spero di avervi fatto montare un bel po' di pepe al culo, beh ascoltatevi "fuck america", "suicide" o "war story" e sono sicuro che mi darete ragione!

CHOKING VICTIM - NO GODS NO MANAGERS

Nessun commento:

Posta un commento